Plymouth in OpenSUSE

 

Il Plymouth è una schermata grafica dopo il Grub2 e che dopo viene chiesto il login (con SDDM), venne fatta dalla Red-Hat per abbellire la sua distribuzione per uso desktop e richiese l'intervento di Linux Torvalds per la chiamata all'inizio per non far vedere la lista dei Servizi/Configurazioni che partono.

 

Adesso è implementato come Servizio di Avviamento in SystemD, quindi verrà tolta (è nei parametri di avvio Kernel) la chiamata di avvio Kernel Linux.

 

Esempio di partenza senza Plymouth:

 

Con Plymouth in Opensuse Leap:

 

 

Come toglierla?

Attenzione: Questo trucco funzionerà fintato non decidono di toglierla da Kernel.

Per toglierla e quindi rivedere la lista dei servizi/configurazioni basta non farla avviare, per questo si va nei parametri d'avvio Kernel e ci sono tantissimi modi ma il consigliato è agire su Grub2.

 

Quindi Yast-> Boot loader.

 

 

 

Qui andare nel tab "Parametri Kernel"

 

Qui vedete che potete cambiare diverse cose ma concentriamoci sulla riga

 

splash=silent resume=/dev/disk/by-uuid/b0a138c3-a024-4d89-b263-5cb22839b905 quiet

 

Questa riga fornisce dei parametri d'avvio, non toccate il parametro "resume=" pena il mancato avvio di OpenSUSE e poi ripararlo sono guai.

 

  • quiet- questa opzione dice al kernel di NON produrre alcun output (noto anche come modalità non dettagliata). Se fai il boot senza questa opzione, vedrai molti messaggi del kernel come attivazioni di driver / moduli, controlli del filesystem ed errori. Non avere il quiet parametro può essere utile quando è necessario trovare un errore. ​​ 

  • splash- questa opzione viene utilizzata per avviare una schermata di "caricamento" accattivante ​​ chiamata "Plymouth" mentre tutte le parti principali del sistema vengono caricate in background. Il paramentro "silent" dice di di scrivere i servizi/configurazioni se attivati o meno e non chiama Plymouth.

  • nomodeset - dice al kernel di non avviare i driver video (o avviare uno alternativo) fino a quando il sistema non è attivo e funzionante.

Quindi basta mettere "splash=silent" e mettere "quiet" per non avviare Plymouth. Dopo premere il bottone "OK" e lui scriverà la nuova configurazione.

 

Probabilmente quando la toglieranno come parametro del Kernel, basterà bloccarla come Servizio.

 

Come cambiarla

 

Il problema è che da quando la Red-Hat lo rilasciò poi non si interessò più e quindi diverse distro hanno fatto le loro versioni, quindi esiste una vera babele quindi attenzione ad cosa volete utilizzare, spesso quella bella schermata non funzionerà se di un altra distribuzione Linux.

Quindi vi conviene installare il tema tramite RPM da qui (ma sono pochi)

https://software.opensuse.org/search?utf8=%E2%9C%93&baseproject=ALL&q=plymouth-theme

 

-GUI

 

Chi usa Tumbleweed (per Leap 15.1 la ver. 5.12.8 ma non funziona bene) può usare plymouth-kcm che è una GUI per installare facilmente un tema plymouth , diventerà di serie su l'impostazione di KDE in "Avvio e Spegnimento"-> "Boot Splash".

 

Attenzione dopo l'istallazione di plymouth-kcm occorre il riavvio, spesso bisogna dare alla fine il comando in terminale "sudo mkinitrd".

 

Si può trovare qui:

https://software.opensuse.org/package/plymouth-kcm

 

     

Esiste per Gnome anche plymouthmanager ma richiede Gambas (un linguaggio di programmazione) e quindi scarica un sacco di dipendenze ma meno se usate Gnome e non KDE5.

Il bello di questo programma che possiede diversi modi di settare plymouth.

http://www.ubuntugeek.com/plymouth-manager-gui-tool-to-change-boot-theme-and-resolution.html

https://sourceforge.net/projects/plymouthmanager/

 

-Manualmente

 

L'immagine dello spash screen di Tumbleweed, ma anche di Leap (dalla 15.2), utilizza il tema bgrt. Questo tema mostra in pratica il logo del vostro pc (asus, acer, hp ecc.) con sotto il marchio della distribuzione (Tumbleweed, Leap). Non male su un pc UEFI, ma non il massimo su un PC non UEFI dove viene visualizzata un'immagine nera con in basso il marchio della distribuzione.

 

Nell'esempio avrei deciso di tornare al vecchio e anche bel tema animato openSUSE di Tumbleweed.

 

E' ancora possibile farlo, seguendo questa breve guida:

  • scaricare il file dalla pagina qui https://www.pling.com/p/1319590/

  • estrarre il file dall'archivio

  • con Dolphin andare nella cartella dove avete il file, ad es. in Scaricati e dal menù contestuale, azioni "apri il terminale qui"

  • spostare la cartella in /usr/share/plymouth/themes con il comando

  • sudo cp -r openSUSE /usr/share/plymouth/themes

  • da terminale diciamo a Plymouth quale tema usare, per farlo da terminale

  • sudo nano /etc/plymouth/plymouthd.conf

  • nell'editor che si aprirà, spostandoci con le frecce modifichiamo il nome del tema cambiandolo da bgrt a openSUSE

  • salviamo con ctrl+o clicchiamo invio e usciamo dall'editor con ctrl+x

  • non ci rimane altro da fare che dare sudo mkinitrd

  • e al termine riavviare.

 

archivio:

https://www.pling.com/browse/cat/108/order/latest/

 

 

documentazione (l'inglese è più aggiornato):

https://wiki.archlinux.org/index.php/plymouth

https://wiki.archlinux.org/index.php/Plymouth_(Italiano)

 

 

Concludendo

 

Una volta che vedete come sono fatte, potete crearvene una voi, personalizzata in quanto non è difficile salvo scrivere il file configurazione che però può essere scopiazzato.

 

 

Ciaooooooooooooooooooooooooooo

 

 

 

Precedente Montare una partizione facilmente in OpenSUSE Successivo Asbru-cm