Installare OpenSuse 15-1 e poi?

NOTA: Volendo potete usare questa lista anche per la Leap 15.0

 

Indice generale

Prima dell’installazione

-Compatibilità hardware

Durante l’installazione

Finalmente installato..

-Aggiornare

-Lingua

--Lingua Programmi

--BUG

–Disabilitare Snapper e altro

--Disabilitare gli Snapshot orari

--Disabilitare snapshot Zypper

--Disabilitare snapshot YaST

---Farlo con comandi shell

--Casi Snapper:

---Il mio sistema ha un elevato carico I / O dopo aver eseguito YaST o Zypper?

---Fare uno snap per sicurezza

Pacchetti invasivi

Settare Yast

-Repository

--Note dei repo

Aggiunte codec / driver

-Avi MS

-Player e Plugin

Pacchetti utili

-Kernel

-Font multimedia

-Win compatibile

-Office

-Flash

-Chrome / Chromium

-Compressori

-Altri:

--IceWM

Togliere?

Altro Configurare

-Tastiera

-Stampante / Scanner

-Sfondi

-Screensaver

-File manager

Alternative ai software più comuni

Conclusioni

Ciaooooooooooooooooooooooooooooo

 

 

 

Dopo diverse installazioni per l’ufficio e casa, questa è la configurazione OpenSUSE che consiglio per tutti, è una lista per praticità, ovvio che quello che non vi piace lo saltate:

Prima dell’installazione

Aggiornate il BIOS! (nelle ultime versioni UEFI si può aggiornare direttamente da BIOS)

Nota è meglio far prima : Togliete “l’avvio rapido” di Windows (tanto è un guaio anche in Windows http://wiki.ubuntu-it.org/AmministrazioneSistema/WindowsAvvioRapido ) e settate il BIOS UEFI ( http://wiki.ubuntu-it.org/AmministrazioneSistema/Uefi ).

Verificare se esiste il partizionamento sul disco e che sia GPT, nel caso guarda qui per modificare da MBR in GPT.

Controllate sempre che quello che avete scaricato non sia corrotto (capita se scaricate da Windows) controllando il MD5.

-Compatibilità hardware

 

Anche se oramai non serve più posso controllare la compatibilità del mio Hardware con Linux? Certo! Ecco un link molto comodo:

http://kmuto.jp/debian/hcl/

Nota: Il comando “lspci -n'” va dato da root, ovvero dovete eseguire prima il comando “su” e poi immettere la vostra password.

Sempre nello stesso sito trovate anche (menu alla sinistra) per scelta di PC o scheda madre!

Un altro sito è : https://wiki.ubuntu.com/HardwareSupport/

Dove sono classificate tutte le compatibilità di schede varie fin portatili. Anche se è per Debian/Ubunto se funziona con quello funziona sicuramente anche con Suse.

http://it.opensuse.org/Portal:Hardware

Invece è più specializzato per il nostro Suse! Anche se meno aggiornato…

 

Durante l’installazione

Consiglio installare OpenSUSE Leap 15.1 con KDE5.

Nota: KDE5 ora possiede Discover e non più Apper, quindi se volete l’auto-aggiornamento sicuro installate Yast-Aggiornamento (yast2-online-update-configuration – configurazione degli aggiornamenti in linea) e configuratelo!

Se volete sapere di più su Discover cliccate qui.

Questo desktop, KDE5 (versione Xorg), è velocissimo e inoltre molto, ma molto simile al Windows XP/Seven (ma molto più potente), pertanto ottimo per gli operatori nell’ufficio o comunque chi viene dal mondo Windows.

Consiglio di mettere una user (nome dell’utente) con all’interno il nome postazione. Esempio: Postazione n. 10, nome generale “Canes”, diventa Canes10.

Meglio avere una password (min. 8 caratteri) con, una o più, lettera maiuscola + numero+ parola non nel dizionario italiano o inglese!

Nota: Se connessi in rete controllate che se è un aggiornamento quello che volete fare sia aggiornato il preesistente e quindi riavviate.

Finalmente installato..

-Aggiornare

Se connessi ad internet date una controllatina agli aggiornamenti, con il disco installazione inserito, poi da Yast→repository, rendetelo non attivo e non aggiornato.

-Lingua

Non avete la lingua scelta (di solito l’italiano)? :

http://trucchisuse.altervista.org/blog/cambiare-lingua-in-suse/

Capita come problema dell’installatore di OpenSuse, che anche se voi sezionata una lingua all’inizio, esempio l’italiano, alla fine ci si ritrova “tutto” in inglese.

Questo accade perchè non trovando un pacchetto lingue in rete o sul installatore non aggiornò tutte le lingue, quindi rimane in inglese. Ecco come risolvere:

Attenzione:

Controllare se esiste almeno lo spazio necessario nella root, almeno 6GB.

Controllare che In Yast2 -> Pacchetti, se già avete caricato la vostra lingua.

Essere sicuri di essere in rete internet e che non ci siano conflitti con i repository.

 

Apri il gestore software di YaST e apri la scheda Lingue (Languages) per installare il correttore ortografico, la grammatica e altri pacchetti di lingue diversi per la tua lingua,

Poi, Apri lo strumento YaST Language e modifica la lingua principale del sistema.

Nota: Meglio non settare la lingua secondaria, può causare dei miscugli.

Nei sistemi con Desktop Mate, XFCE, LXQt o altri minori:
Seleziona la tua lingua nella schermata del login manager e accedi al tuo desktop.

Se NON cambia la lingua del tuo account utente vai nelle impostazioni dell’ambiente del desktop. Qui esiste sempre una sezione per impostare la lingua del Desktop.

Attenzione: Per rendere effettivi i cambiamenti devi sempre RIAVVIARE!

--Lingua Programmi

In Yast2 -> Pacchetti, cercare la lingua per il programma ed eventualmente settarlo dal programma stesso.

--BUG

Se avete una seconda lingua preferita (lo vedete da Yast e dalle impostazioni di sistema di KDE), spesso fa casino e quindi toglietela!

Qualche volta bisogna reinstallare o aggiornare i pacchetti lingue e questi magicamente poi funzionano.

 

–Disabilitare Snapper e altro

Poi, consiglio, eliminate lo snapshot di BTRFS, questo perché consuma un sacco di disco; Da Yast → Snapshot potete voi fare dei punti di ripristino:

https://it.opensuse.org/SDB:Snapshot_e_Rollback_con_Snapper

Se durante l’installazione di openSUSE la partizione di root è stata configurata con BTRFS, Snapper crea automaticamente snapshots ogni ora del sistema, così come pre e post snapshot per YaST e transazioni zypper. Tutte le funzioni possono essere disabilitate (come utente root) come segue:

--Disabilitare gli Snapshot orari

Modificare

/etc/snapper/configs/root

configurare TIMELINE_CREATE in “no”:

TIMELINE_CREATE="no"

 

--Disabilitare snapshot Zypper

Disinstallare il pacchetto snapper-zypper-plugin ​​ e metterlo poi “bloccato”.

 

zypper remove snapper-zypp-plugin

zypper al snapper-zypp-plugin

Nota: Prima si chiamava snapper-zypper-plugin

--Disabilitare snapshot YaST

Modificare

/etc/sysconfig/yast2

e configurare USE_SNAPPER in “no”:

USE_SNAPPER="no"

---Farlo con comandi shell

  • I comandi appositi da root:

sed -i 's/TIMELINE_CREATE="yes"/TIMELINE_CREATE="no"/g' /etc/snapper/configs/root
sed -i 's/USE_SNAPPER="yes"/USE_SNAPPER="no"/g' /etc/sysconfig/yast2

--Casi Snapper:

---Il mio sistema ha un elevato carico I / O dopo aver eseguito YaST o Zypper?

    Quando si esegue YaST o Zypper, lo snapper crea due istantanee e le confronta. Questo confronto può causare un elevato carico I / O.

    È possibile disabilitare i confronti, nel file di configurazione

    ​​ /etc/snapper/configs/root

    impostando:

    BACKGROUND_COMPARISON="no"

     

    Ora si potrebbe anche voler disabilitare la pulizia delle coppie di istantanee pre-post vuote poiché altrimenti la pulizia giornaliera può causare un elevato I / O.

    EMPTY_PRE_POST_CLEANUP="no"

     

    Ora si potrebbe anche voler disabilitare la Quota (inutili in PC domestico o ufficio), ovvero il controllo/limitazione che un utente non superi un certo spazio disco assegnato. Da Root scriviamo semplicemente:

    btrfs quota disable /

    Nota: La Quota attiva i processi btrfs-transacti e btrfs-cleaner, molto pesanti per la CPU.

---Fare uno snap per sicurezza

Se volete fare uno snap di base per sicurezza dato che non avete più quelli automatici:

snapper -c home create --description "Backup per ripristino"

 

Pacchetti invasivi

Un consiglio, per evitare di scaricarvi una tonnellata di pacchetti texlive per sbaglio, bloccate i pacchetti che eviteranno di far scaricare tutti gli altri:

 ​​​​ texlive , texlive-accfonts , texlive-tetex .

Settare Yast

Io metto qui in Yast2->Installa e rimuovi applicazioni, nel menu->Opzioni

– NON far vedere i pacchetti di devel e debug (salvo casi particolari)

– Verifica sistema Attivo
– Pulitura quando elimini i pacchetti Attivo
– NON permetto il cambio fornitore

Insomma lo vedete nell’immagine:

-Repository

Andare in YAST->Firewall ed azionare, la prima volta fa scaricare dei pacchetti aggiuntivi, un problema in meno.

In Yast→repository

Ricordatevi di aggiungere Packman (e altri) come repository:

https://it.opensuse.org/Repository_dei_pacchetti_aggiuntivi

(potete farlo anche da Yast→Repository e poi “aggiungi” e usare “repository della comunità” )

Riassunto dei repo che vi consiglio di attaccare con Yast2-> Repository:

http://packman.inode.at/suse/openSUSE_Leap_15.1/

http://download.virtualbox.org/virtualbox/rpm/opensuse/15.0/x86_64/

http://download.virtualbox.org/virtualbox/rpm/opensuse/15/

http://download.opensuse.org/repositories/server:/database/openSUSE_Leap_15.1/

http://download.opensuse.org/repositories/server:/php:/applications/openSUSE_Leap_15.1/

http://download.opensuse.org/repositories/mozilla/openSUSE_Leap_15.1/

http://download.opensuse.org/repositories/science/openSUSE_Leap_15.1/

http://download.opensuse.org/repositories/hardware/openSUSE_Leap_15.1/

http://download.opensuse.org/repositories/multimedia:/libs/openSUSE_Leap_15.1/

 

--Note dei repo

Nota: Se altra versione di OpenSUSE cambiate la parte ​​ “openSUSE_Leap_15.1” con il nome della versione che possedete, esempio:

http://download.opensuse.org/repositories/science/openSUSE_Leap_15.1/

se si possedete un openSUSE Tumbleweed diventa:

http://download.opensuse.org/repositories/science/openSUSE_Tumbleweed/

Qui indicazioni per il Repo di Virtualbox:

https://download.virtualbox.org/virtualbox/rpm/opensuse/virtualbox.repo

[virtualbox]

name=VirtualBox for openSUSE $releasever - $basearch

baseurl=http://download.virtualbox.org/virtualbox/rpm/opensuse/$releasever/$basearch

type=yum

enabled=1

priority=120

autorefresh=1

gpgcheck=1

gpgkey=https://www.virtualbox.org/download/oracle_vbox.asc

keeppackages=0

Il Key è https://www.virtualbox.org/download/oracle_vbox.asc per importarlo:

sudo rpm --import oracle_vbox.asc

 

 

 

Aggiunte codec / driver

Ricordatevi dopo l’installazione di Suse, d’integrare i codec “cattivi”. Queste pagine permettono di farlo con 1-click:

http://opensuse-community.org/

Oppure o insieme:

http://www.mcjohn.it/news/tutorial/opensuse/

(Ottima guida, guardate verso “cap. 13.1 Installazione Codec con 1-Click“)

Nota se non cambiano i link sono questi:

ATTENZIONE: Se non avete completamente installato l’ambiente Gnome, i codec-gnome possono dare dei problemi, quindi se avete solo KDE evitate di installare i codec per Gnome.

Nota: Conviene aggiornare il tutto, sicuramente poi troverà aggiornamenti da fare.

-Avi MS

Per un uso con codec AVI /MS (non raccomandato) dovete installare i pacchetti:

​​ avifile, avifile-data, avifile-win32

Per DVX

​​ xvidcore (il 4 o successivo)

-Player e Plugin

Aggiungete VLC e GStreamer !!! (tutti i tipi)

Aggiungere Kipi (plugin aggiuntivi) per Gwenview e simili.

 

Pacchetti utili

-Kernel

Per veder funzionare proprio tutto questo hardware conviene scaricare il

​​ kernel-firmware e Gcc

oppure per ricercarlo YAST -> gestione
pacchetti
e digitare nel box di ricerca “firmware” (attenzione alcuni sono nel repository “packman” quindi aggiungetelo)

Nota: Il firmware si attiva solo dopo il riavvio!

Vedere se esiste:

  • kernel-macros

  • kernel-source

  • kernel-devel

-Font multimedia

Aggiungere i font:

​​ fetchmsttfonts, free-ttf-fonts. lato-fonts

e

https://software.opensuse.org/package/webcore-fonts-vista

https://software.opensuse.org/package/ubuntu-fonts

 

Nota: Usare la copia font di Windows se volete fare una cosa bella ma poco legale.

Altri:

liberation-fonts-2.00.1.tar.gz.

http://sourceforge.net/projects/corefonts/

Qui font speciali:

ftp://rpmfind.net/linux/RPM/opensuse/12.1/noarch/System_X11_Fonts.html

https://fedorahosted.org/releases/l/i/liberation-fonts/

Meglio sfruttare i font di Google come google-anonymouspro-fonts

Se avete un monitor più del VGA o SVGA (esempio HDMI), conviene in Impostazioni di Sistema KDE→ Caratteri, mettere “forza DPI per i caratteri” e settarlo per 120, e “Utilizza l’anti aliasing per i caratteri”.

Nota: “Noto Sans” è un bel carattere e per la “larghezza fissa” è bello “hack” comunque per migliorare: http://trucchisuse.altervista.org/blog/font-opensuse-migliori/ e altri in https://wiki.archlinux.org/index.php/fonts e epr avere la stessa metrica https://wiki.archlinux.org/index.php/Metric-compatible_fonts

Se usate molto i PDF / Flash o altro prodotto Acrobat, conviene caricarvi i font Acrobat: adobe-sourcecodepro-fonts, adobe-sourcehansans-tw-fonts, adobe-sourcesanspro-fonts, adobe-sourceserifpro-fonts .

Se usate WPS: Dal sito WPS del download installate wps-office-fonts-1.0-1.noarch.rpm .

-Win compatibile

Potete aggiungere Wine (permette di usare i programmi in Windows) SOLO se il cliente lo richiede espressamente (per problemi di sicurezza e configurazione) o se non trovate un programma sostitutivo su quello che usa nel Windows. Comunque io consiglio CrossOver, anche se si paga è semplice.

https://www.codeweavers.com/

-Office

Dato che uno dei problemi è MS-Office e non piace OpenOffice/LibreOffice, fategli provare Kingsoft-Office (è un prodotto close) o meglio detto WPS che è eccezionale come compatibilità Ms-Office (Completamente compatibile con Microsoft Office), peccato che sia molto “pesante”.

http://wps-community.org/

Un altro prodotto buono per compatibilità, più leggero, con MS-Office è SoftMaker FreeOffice.

Nota: Per entrambi è presente sia quello libero ma limitato che quello commerciale ma completo. Comunque costano molto di meno di MS-Office.

-Flash

Ricordatevi di installare Flash e un lettore di ghostscript (c’è anche GV) e di PDF.

Potete installare la BETA di flash (che è il più aggiornata) da qui:

http://labs.adobe.com/downloads/flashplayer.html

L’istallazione è manuale, quindi se non siete esperti non fatelo perché nel caso (pare che sia sparito il RPM) va bene ​​ anche
https://get.adobe.com/it/flashplayer/otherversions/

Scegliere “Linux 64bit, italiano” e poi “RPM per Linux”, salvarlo e installarlo.

attenzione Cromium usa Pepper-flash (ppapi) dal nome flash-player-ppapi

Per Gnome flash-player-gnome .

-Chrome / Chromium

Buona norma, ma non obbligatori (sconsiglio Chrome), installare Chromium che è molto meglio di Chrome, con (attenzione cambiano da versione in versione)

  • chromium-ffmpeg-extra

  • chromium-plugin-widevinecdm

  • chromedriver

  • vedi sopra per flash

Consiglio se usate KDE d’installare plasma-browser-integration e per Gnome chrome-gnome-shell

-Compressori

È già montata il compressore ZIP e TAR ma è meglio installare anche

​​ zoo , rar , arj , 7zip e j7z

-Altri:

Vedere le esigenze (in ordine d’importanza):

 ​​​​ Nome

 ​​​​ Scopo

make + automake + gcc, cmake + addition

Compilazioni essenziale anche per virtualizzazioni

openct + opensc

lettore card / tessere

Fingeprint

lettore impronte

Xsane

utilità per gli scanner

BleachBit

pulizia disco

Krita e KolourPaint

ottimo editor immagini

Linux-utility

utilità Linux

HPlip

solo per stampati/scanner HP

MC

tools riga-comando tipo “norton commander” + mcedit

Alltray

per ridurre ad icona nel Vassoio di Sistema

Yad

serve per gli script bash grafici

Dia

disegnare moduli a blocchi

Wvdial

collegamenti modem/cellulare alla rete, non Smartphone

usb_modeswitch e usb_modeswitch_data

(dispositivi USB) Oramai sono tutti riconosciuti ma essenziale se messo Wvdial

wammu + gammu

gestione cellulari, non per Smartphone

 

 

Attenzione con Discover il OCS non è più essenziale!

Per installare i temi “OCS“:

zypper install libQt5Svg5 libqt5-qtquickcontrols

Poi il pacchetto ocs-url

https://software.opensuse.org/package/ocs-url

--IceWM

Sappiate che ora avete IceWM come ambiente grafico di scorta (anche , potete configurarlo e i particolare condizioni utilizzarlo.

Consiglio, se lo usate, di mettere: iceWMCP, iceWMCP-addons, icewm-themes

e volumeicon per il volume qui:

https://software.opensuse.org/package/volumeicon

Solo per Fedora ma dovrebbe funzionare anche con OpenSUSE: https://software.opensuse.org/package/volti

Per networkmanager il nm-applet: ​​ nmcli_dmenu, nm-tray .

Meglio installare anche PcManFM (esiste anche PcManFM-qt) come file manager.

Per sfruttarlo di più e usarlo, leggete qui:

http://trucchisuse.altervista.org/blog/icewm-in-opensuse/

Togliere?

Avete due “Desktop” per le emergenze (o se vi serve un Desktop leggero) ora, uno è IceWM e uno è TWM. Il TWM è iper-leggero ma sinceramente poco comodo mentre IceWM pesa qualcosa (ma molto meno di altri) ma è comodo da usare.

Se volete togliere, cercate il solo “TWM” da eliminare e non altro, mentre per eliminare IceWM potete eliminare tutte le sue voci.

Altro Configurare

-Tastiera

Se usate KDE (ma anche altri desktop nelle loro impostazioni), ricordatevi di settare la tastiera (da impostazioni KDE-> dispositivi immissione), specie se avete un portatile.

Se avete il BIOS UEFI, si dovrebbe settare automaticamente.

-Stampante / Scanner

NON dimenticatevi di configurare la stampante/scanner dell’ufficio e fare gli aggiornamenti!!! (Yast2->stampanti e Yast2->scanner).

Nota: Anche se non dovete installare alla prima partenza crea il database e controlli, quindi una perdita di tempo in meno per dopo.

-Sfondi

Potete mettere degli sfondi installando:

  • breeze5-wallpapers

  • wallpaper-branding-openSUSE

  • desktop-data-openSUSE-extra

  • gos-wallpapers

  • ubuntu-mate-wallpapers

-Screensaver

KDE5 non possiede uno screensaver, quindi vi consiglio d’installare tutto Xscreensaver e di fare il relativo bottone che richiama uno script (in /usr/bin/ ) da mettere per bloccare lo schermo.

#!/bin/bash

#

/usr/bin/xscreensaver -no-splash &

sleep 1

xscreensaver-command -lock

 

 

I pacchetti sono: xscreensaver, xscreensaver-data, xscreensaver-data-extra .

-File manager

Vedete d’istallare per il File Manager anche eventuali addition, esempio per Dolphin:

dolphin-plugins kde-odf-thumbnail, kio.

Nota: ​​ PCManFM è un file manager che può essere utile per fare cose in più.

Alternative ai software più comuni

​​ Schemino da dire all’utente:

(quindi consiglio d’installare i pacchetti relativi)

Applicazione

Tipo windows

Linux

Documenti

MS-office

Libreoffice, WPS

Pubblicazioni

Microsoft Publisher

Scribus

CAD

AutoCAD

Bricscad , Draftsight, LibreCAD/BrlCad

CADD (Grafica 3D)

?

Blender

Foto-ritocco

Photoshop

Gimp

Illustrazione

Illustrator

Inkscape

Ritocco film

Movie Maker

Openshot

Ritocco fotografico

?

DigiKam

Video non lineare

Premiere

Kdenlive

Disegno semplice

Paint

Krita, KolourPaint

​​ 

Tipo:

  • Windows Explorer = ‘File Manager’ PCManFM o Delphin

  • Windows Media Player = ‘Audacious’ (per l’audio sostituisce Winamp) e ‘GNOME MPlayer’ (video) o GWplayer o VLC

  • Microsoft Paint = MtPaint o Krita

  • Notepad = ‘LeafPad’ o Kwrite o Gedit

  • PDF vederli = Evince o meglio Okular

  • PDF modifica = LibreOffice, Xournal

  • Windows Update = ‘Software Updater’ Yast->Gestione pacchetti e Yast->aggiornamenti

 

Conclusioni

 

Penso che sia tutto…. Se avete suggerimenti diteli pure

 

RICORDATEVI

​​ CHE IN PROVINCIA DI COMO, MILANO, LECCO, Brianza,

ESEGUO INSTALLAZIONI (garantite) DA 50 a 150€ L’UNO,

sconti per più installazioni.

 

 

 

Ciaooooooooooooooooooooooooooooo

 

Precedente Fare script JS in SUSE Successivo Fare RPM semplicemente